Utilizzo dei cookies
Il sito utilizza cookie proprietari per le proprie funzionalità. Continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni -
Fornire agli operatori gli elementi di conoscenza utili per la messa a punto di strategie commerciali sui mercati nazionali ed esteri.
Fornire agli operatori gli elementi di conoscenza utili per la messa a punto di strategie commerciali sui mercati nazionali ed esteri.
Fornire supporto tecnico di conoscenze e relazioni per monitorare l'evoluzione delle problematiche legate ai livelli di residui, alle certificazioni, alle barriere fitosanitarie.
Fornire supporto tecnico di conoscenze e relazioni per monitorare l'evoluzione delle problematiche legate ai livelli di residui, alle certificazioni, alle barriere fitosanitarie.
Realizzare progetti per valorizzare e promuovere l'ortofrutta in Italia e all'estero.
Realizzare progetti per valorizzare e promuovere l'ortofrutta in Italia e all'estero.
Rafforzare l'immagine del "Sistema Italia" e favorire nuove opportunit&aà di business nei nuovi mercati.
Rafforzare l'immagine del "Sistema Italia" e favorire nuove opportunit&aà di business nei nuovi mercati.
Home > News > Copenaghen, gli ortaggi italiani vanno forte nei ristoranti di prestigio
Dettagli news

Copenaghen, gli ortaggi italiani vanno forte nei ristoranti di prestigio

Un bravo ristoratore educa il cliente e, prima ancora, il personale che deve saper spiegare cosa si offre, da dove viene il prodotto, la terra, l'ambiente, il paesaggio, le caratteristiche, il sapore, gli aspetti nutrizionali
29/11/2013
Un piatto preparato da FAMO a Copenaghen

Fabbio Mazzon, stella della ristorazione a Copenaghen, si fa arrivare direttamente dall'Italia i prodotti che usa in cucina. Li sceglie personalmente, visitando i luoghi dove sono coltivati. Li vuole freschi e di prima qualità. E’ la sua carta vincente. Grazie ad essi un suo locale, che ha ceduto, è stato premiato con la stella Michelin. Gli ortaggi sono forniti da OPO Veneto, che ne garantisce la qualità e la provenienza. In poco più di 24 ore le verdure raggiungono le cucine e le tavole di Copenaghen.

Momenti magici sono le stagioni del radicchio tardivo di Treviso, che Fabbio, trevigiano di origine, propone con orgoglio, e degli asparagi: ma, spiega lo chef, tutti gli ortaggi italiani sono molto richiesti: una volta assaggiati, gli ospiti se ne innamorano e li richiedono. Con gli asparagi e radicchi valorizziamo un po’ tutte le nostre verdure tipiche, peperoni, melanzane, zucchine, insalate, e poi chicche, come le barbe di frate o agretti. Dico sempre al personale che, con i nostri prodotti e con le nostre verdure di stagione, bisogna proprio mettercela tutta per non fare bene. Il successo è garantito”.
Egli si sente un educatore del buon gusto a tavola: “Un bravo ristoratore educa il cliente e, prima ancora, il personale che deve saper spiegare cosa si offre, da dove viene il prodotto, la terra, l’ambiente, il paesaggio, le caratteristiche, il sapore, gli aspetti nutrizionali. Per questo organizzo corsi per il personale che deve essere preparato e motivato. Il cliente lo conquisti con la passione e con le novità”.

Fabbio Mazzon è stato uno chef stellato, ma adesso con le sue 4 “osterie”, firmate Famo, punta su una ristorazione di altissima qualità, ma a prezzi accessibili, compatibili con la sobrietà del nostro tempo. I risultati gli stanno dando ampiamente ragione. I suoi locali sono definiti “modern osteria where focus is on uncomplicated and rustic food, in a warm and friendly atmosphere”. A Fabbio piace molto la parola osteria che rievoca l’atmosfera calda, ospitale ed elegante nella semplicità dei ristoranti popolari del suo Veneto, che ha l’ambizione di far rivivere a Copenaghen. “I nostri prodotti, gli ortaggi, ma anche il vino, l’olio, la pasta, i salumi, i prosciutti, i formaggi non hanno rivali: sono copiati da tutti, ma ben poco si fa per difenderli. Istituzioni troppo assenti. Dovremmo imparare dalla Francia come tutelare i nostri prodotti: i francesi non perdonano furbi, imitatori o falsari”. “Per noi di OPO Veneto, ma possiamo dire per tutto il made in Italy alimentare, commenta Michele Trevisan, i Famo di Fabbio sono preziosi; rappresentano un punto di prestigio da cui partire per consolidare e allargare la nostra presenza in Danimarca. La prossima stagione, sotto questo profilo, sarà molto interessante; farà da“apripista” il radicchio”.